07 Ago 2020

Liceo Scientifico: sbocchi universitari e professionali

Che cosa fare dopo il conseguimento del diploma di Liceo Scientifico

Diploma Liceo Scientifico

Se ti stai chiedendo cosa fare dopo Liceo Scientifico, questo articolo ti potrà essere d’aiuto.

Si pensa comunemente che i licei siano l’anticamera della conseguente istruzione universitaria ma, sebbene il 50 per cento dei diplomati scelga effettivamente di continuare, non è necessariamente così.

Prendiamo in esame il liceo scientifico, fra tutti, quello che mira a fornire una preparazione analitica su più fronti. E’ comune, fin dal primo anno di liceo, che gli studenti vengano esortati a considerare un orientamento formativo futuro e generalmente si arriva all’ultimo anno già sapendo quale percorso intraprendere dopo la maturità.
Certamente chi sceglie lo scientifico si trova poi avvantaggiato nell’affrontare molteplici facoltà,  siano esse scientifiche, economiche o umanistiche. Si può dire che ogni facoltà è praticamente accessibile.

Matematica, fisica, ingegneria, scienza e tecnologia (nelle branche di chimica, biologia, agraria, farmacia), informatica, medicina e chirurgia sono senza dubbio le predilette, per il tipo di attitudine mentale che il liceo scientifico favorisce, ma non si escludano l’insegnamento, il giornalismo e la comunicazione, la gestione contabile (in ambito bancario e d’impresa) e poi la finanza.

Molto popolari tra i diplomandi sono i corsi di scienza e tecnologia e possiamo sommariamente tracciare tre filoni in ambito scientifico: quello della matematica; quello della chimica (di base o applicata) e quello della ricerca matematica e informatica, in forte esplosione negli ultimi anni grazie soprattutto alle interessanti opportunità professionali nella gestione di database, nelle telecomunicazioni e nel web design.

Seguono poi i corsi di ingegneria: gestionale, meccanica, aeronautica, chimica, civile. Tutti popolarissimi per le grandi possibilità lavorative che possono fruttare.

Chi invece prediligesse lo studio della natura e della vita sul pianeta potrà valutare dei corsi di scienze umane e sociali. Facoltà che offre un percorso di studi basato su fisica, biologia e chimica e con sbocchi proficui nei settori delle biotecnologie, della lavorazione dei prodotti alimentari o dell’ambiente in generale.

Le statistiche ci dicono che uno studente su cinque intraprenda un percorso in medicina e manco a dirlo, in questo settore troviamo un grande numero di diplomati del liceo scientifico. Settori come la medicina, la farmacia, l’odontoiatria sono certamente ostici – caratterizzati da test d’ingresso e numero ristretto – ma di grande prestigio e meritevoli di considerazione per il neo diplomato in discipline scientifiche.

Insomma il ventaglio di possibilità e sbocchi professionali è veramente variegato e molteplice, pertanto è comprensibile il motivo per cui i diplomati dello scientifico prediligano l’istruzione universitaria.

C’è chi al termine del liceo non sa bene come orientarsi e si prende una pausa, il cosiddetto anno sabbatico, per viaggiare, fare esperienze, lavoricchiare e riflettere. C’è poi chi, al contrario, cerca subito l’indipendenza economica che solo un lavoro a tempo pieno può offrire.
Se da un lato è cosa normale nel resto d’Europa per un ragazzo sotto i 19 anni essere autonomo, qui da noi, in Italia, il quadro è un po’ diverso e la disoccupazione tra i giovani è ai massimi storici.

Proseguire nel lavoro è forse un po’ più ostico, occorrono sempre più spesso le adeguate qualifiche ma ci sono sempre delle possibilità.
Quali competenze vengono richieste ai diplomati? Quali sono i settori aperti a chi ha un diploma di liceo scientifico? A chi rivolgersi?

Innanzitutto è bene considerare di iscriversi ai centri per l’impiego. Centri pubblici gestiti dalle regioni che si prefiggono lo scopo di favorire l’ingresso nel lavoro a chi è alla prima esperienza, a chi ha perso il lavoro, a chi fosse in mobilità, e che talvolta offrono anche delle opportunità di formazione. Ci sono scuole di perfezionamento che offrono sia l’apprendimento teorico che quello pratico (ore di lavoro) e i corsi brevi per futuri manager e professionisti sono innumerevoli.

Occorre munirsi di molta pazienza, fare delle file, prendere appuntamenti, riempire questionari, tenere il curriculum aggiornato e consultare i portali on line.


Anche dopo una breve ricerca online scopriamo che il diploma di liceo scientifico è richiesto, per esempio, in lavori di back office commerciale, dove si analizzano dati relativi ad acquisti e vendite; in mansioni come lo specialista informatico o il tecnico manutentore, qualcuno in grado di intervenire su di una linea di produzione e/o programmarla. Anche l’addetto al laboratorio così come l’assistente in studio medico, architettonico, ingegneristico sono professioni assolutamente accessibili. Non si trascuri poi la carriera di insegnante privato di materie scientifiche per tutti i livelli, come matematica e geometria per bambini.

Insomma anche una sommaria ricerca dimostra come sia possibile lavorare subito dopo il diploma scientifico, senza necessariamente conseguire una laurea.

Ma non sono solo i titoli ad esser richiesti in un’offerta di lavoro, spesso occorre possedere una serie di competenze (linguistiche, informatiche e umane) che sono fondamentalmente universali, valide e richieste quasi in ogni ambito di lavoro.
Chiaramente la conoscenza delle lingue è divenuta fondamentale per qualsivoglia lavoro. E certamente l’inglese è la lingua più richiesta. Una base necessaria che però potrebbe non bastare.
Lavorare al nord, per esempio, impone di avere rapporti con gli stati limitrofi ed ecco che conoscere tedesco e francese può fare la differenza, per non parlare dello spagnolo che, come sappiamo, è la terza lingua più parlata al mondo. Altri elementi da considerare sono le sempre più frequenti dislocazioni delle aziende e delle produzioni in paesi dell’est europeo o del fiorente rapporto commerciale che il nostro paese ha, oramai da tempo, instaurato con la Cina, solo per fare un esempio.
In ambito informatico alcune cose essenziali da conoscere sono il pacchetto Office (non solo Word ma anche Excel o Access se si tratta di gestire dati), l’utilizzo di internet e delle email, e talvolta anche una certa padronanza dei social network, il social media manager è infatti una posizione sempre più richiesta. Altre aziende richiederanno la conoscenza di strumenti di grafica quali Photoshop, Illustrator e Indesign, qualora non servissero addirittura competenze riguardanti i linguaggi di programmazione. Aver fatto il liceo scientifico con sperimentazione informatica, in questo caso, rappresenterebbe un vantaggio notevole.

Per quanto concerne le competenze umane viene invece sempre tirato in ballo il proverbiale lavoro di squadra, e ben sappiamo che mostrarsi disponibili, volenterosi e flessibili di sicuro aiuta non poco. Sono queste delle caratteristiche che solo l’esperienza vi potrà far affinare, sono talenti che a scuola non vengono necessariamente sviluppati: la collaborazione, la risoluzione dei conflitti, l’organizzazione delle mansioni in base a talento ed esigenze, sono tutte cose che si affinano sul campo.

Abbiamo quindi capito come il diploma di liceo scientifico possa realmente ed in ogni senso aprire molte strade 

Se vuoi scoprire i nostri corsi per il diploma di liceo scientifico a Mirano, Noale, Salzano, Chirignago, Spinea, Santa Maria di Sala, Mestre o ricevere maggiori informazioni contattaci compilando il seguente modulo.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo Telefono

Il tuo messaggio (richiesto)

Lascia un commento