29 Ott 2020

Cosa fare dopo il Liceo Classico.

Sbocchi universitari e professionali dopo diploma del Liceo Classico.

sbocchi lavorativi e universitari con diploma liceo classico

Non è un segreto che il Liceo classico , un tempo scuola della classe dirigente, stia ora vivendo una crisi che dura ormai da anni, il calo del gradimento (specie nei maschi), nonostante le elevate prestazioni degli studenti, ha dato vita persino a petizioni e tentativi di salvaguardia per far fronte alle istanze di abolizione o stravolgimento dello stesso.


La china sembra essersi fatta discendente nel momento in cui il Classico è stato scorporato nelle cosiddette sperimentazioni Brocca. Inoltre v’è la convinzione da parte di molti genitori che sia più fruttuoso investire in un istituto alberghiero, solo per fare un esempio, anziché spendere cinque anni in versioni di greco e latino. Si è insinuata l’idea per la quale lo studio di queste discipline porterebbe ad una carriera lavorativa di secondo piano. Gramsci invece asseriva – a ragione, ci sentiamo di dire – che quest’ultime non fossero mere materie scolastiche ma piuttosto metodi didattici che insegnano a pensare. Pertanto si può e si deve trovare un punto di incontro tra formazione classica e lavoro, qualcosa che possa dimostrare che questo tipo di istruzione può offrire altro dalla carriera didattica e universitaria poiché il focus sulla cultura e l’approfondimento risultano sempre più utili anche in ambito tecnico, in contesti lavorativi sempre nuovi e mutevoli.

Le statistiche ci confermano che i diplomati al Classico hanno di media i punteggi più alti all’Università, seguiti a ruota dai diplomati allo Scientifico, hanno inoltre la più bassa incidenza di abbandono rispetto ai colleghi fuoriusciti da altri istituti.

Generalmente le facoltà umanistiche rappresentano la scelta più scontata per lo studente del Classico e la ragione è da ricercarsi nelle specifiche materie che si studiano in questo liceo, materie realmente preliminari agli esami delle sopracitate facoltà.
Le sopracitate sono proprio quelle facoltà che producono il maggior numero di laureati e questa prospettiva fa spesso avanzare lo spettro della disoccupazione. Per tale motivo è bene rispettare i tempi di completamento del corso, scegliere un ateneo di dichiarato prestigio ed, in buona sostanza, essere molto ligi e dare il meglio.

Ecco allora che, proprio per i motivi sopracitati, la scelta di facoltà non umanistiche può significare la vera svolta. Al di là del fatto che esistono i precorsi – che aiutano a colmare eventuali incertezze – uno studente dalla mente addestrata alla risoluzione delle complessità che possono insorgere nello studio delle lingue classiche, per esempio, si troverà sempre a proprio agio anche nell’intraprendere un percorso scientifico. La solidità del metodo di studio del Classico, la formazione analitica ed intellettuale proprie di questa scuola, sono i pilastri per molteplici scenari universitari. E’ pertanto, quella di una facoltà non umanistica, un’opzione da non trascurare aprioristicamente.

Che fare, se invece non si volesse iscriversi ad un corso universitario? Beh, le soluzioni, sebbene limitate, comunque non mancano.
Innanzitutto i corsi professionalizzanti e i master, al fine di migliorare le competenze individuali e prepararsi per un percorso slegato al proseguimento universitario.

Senza dubbio la conoscenza della storia; la proprietà di linguaggio scritto e parlato; la cultura generale e la conoscenza dei classici; il rigore e l’impegno, sono tutte caratteristiche del diplomato al Liceo Classico che vanno a comporre un background di grande valore in qualsivoglia posto di lavoro. Tutte queste prerogative ben si adattano all’amministrazione aziendale, all’e-commerce, al mondo dell’editoria. Saper scrivere, saper raccontare, conoscere la storia, aver letto molti libri può anche agevolare una carriera giornalistica o di copywriting. La produzione di contenuti pubblicitari e per il web è senz’altro una nuova professione che promette di affermarsi sempre più nel futuro, rivelandosi necessaria nell’ambito del marketing per le aziende e per i professionisti privati.

Come abbiamo detto il Classico sviluppa la capacità di analisi, di critica e di comprensione delle fenomenologie umane, tutti talenti spendibili in un possibile futuro nell’imprenditoria, un altro valido esempio di come crearsi un futuro ed un lavoro con le proprie idee e forze. Infine i mai troppo decantati concorsi pubblici – siano essi finalizzati all’entrata nell’Esercito o nelle Forze dell’Ordine, più in generale – trovano nel diplomato del Classico un valido e preparato candidato.

Se vuoi scoprire i nostri corsi per il diploma di liceo classico a Mirano, Noale, Salzano, Chirignago, Spinea, Santa Maria di Sala, Mestre o ricevere maggiori informazioni contattaci compilando il seguente modulo.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo Telefono

Il tuo messaggio (richiesto)

One Comment

Lascia un commento